La Mammografia 3D non è dolorosa. Alcune pazienti possono trovare dolorosa la compressione della mammella, ma il fastidio dura solo il breve tempo necessario per l’esame. Inoltre, la Tomosintesi necessita di una compressione minore della mammella rispetto alla mammografia tradizionale 2D.